1959, Capital Avenue.

Martin Boyce esamina ed interpreta, similmente ad un archeologo, frammenti modernistici del design, spesso usando il repertorio di forme e materiali di noti architetti e allestitori. 1959, Capital Avenue - era l'indirizzo fittizio dell'atrio realizzato da Boyce nella sala centrale del MMK (Museo d'arte moderna) di Francoforte nell'ambito dei Dornbracht Installation Projects. Un ampio sipario, poltrone rappresentative, tavoli e posaceneri di vetro conducevano in un'atmosfera di una fresca eleganza. Tuttavia il carattere sculturale di questo suo arredamento ha trasformato il luogo in un'utopia. Con questa reminiscenza all'arte moderna Boyce ha rievocato le sue visioni di un futuro migliore presentandole nello stesso tempo come non ancora avvenute.

Documentation